24

Portizza

Piazza della Borsa, 5

Trieste

Descrizione

È in origine una delle porte delle mura medievali, difesa da una torre e da un ponte sotto cui scorre il Canale Piccolo o del Vino. Sparite le mura, viene inglobata nei palazzi ottocenteschi. Alle sue spalle sorge ciò che resta del ghetto ebraico intaccato dagli sventramenti degli anni Trenta del Novecento.

La chiave di volta mostra una testa d’Ercole che richiama i cosiddetti panduri, i volti arcigni dei soldati dell'esercito ungherese che combattevano i turchi e, una volta in pensione, diventavano guardiani dei palazzi: dapprima in carne ed ossa e poi in pietra, come si può osservare un po' ovunque in città.





Mappa