249

Casa di Giani Stuparich

Via Monte Cengio, 19

Trieste

Descrizione

Tra il 1920 e il 1940 circa Stuparich vive qui con la moglie Elody e i tre figli. Qui riceve spesso gli amici Giotti, Saba, Pancrazi, Debenedetti e Carocci. In questi anni scrive Guerra del ‘15 (1931), Donne nella vita di Stefano Premuda (1932), Ritorneranno (1941).

Nel suo lavoro narrativo ritorna spesso, in forme differenti, il ricordo dell'esperienza traumatica della Prima Guerra Mondiale: in essa Giani, ufficiale dell'esercito italiano, ha ricevuto una medaglia d'oro al valor militare ma ha perso il fratello Carlo e l'amico Scipio Slataper, caduti entrambi sul Carso.





Mappa